ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Copia originale

    COPIA ORIGINALE

    Dal 36. TFF - Dal 21 Febbraio .... [continua]

    Un uomo tranquillo

    UN UOMO TRANQUILLO

    Come Hans Petter Moland, alias 'il Ridley Scott della Norvegia', e Liam Neeson hanno creato .... [continua]

    The Front Runner - Il vizio del potere

    THE FRONT RUNNER - IL VIZIO DEL POTERE

    Dal 36. Torino Film Festival - Dal 21 Febbraio .... [continua]

    Mia e il leone bianco

    MIA E IL LEONE BIANCO

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 17 Gennaio

    "Ho incontrato Gilles de ....
    [continua]

    Home Page > Eventi

    GABRIELLA CARLUCCI E WILLER BORDON: IL MERCANTE E L'ARTISTA. Un libro per parlare di 'nuove forme di sostegno' (Tax Shelter) al cinema italiano

    L'invito di IsiCult (l’Istituto italiano per l’Industria Culturale) al dibattito sul tema e alla presentazione del libro domani, venerdì 18 luglio a ROMA a Palazzo Marini (Parlamento)

    17/07/2008 - Venerdì 18 luglio, a ROMA, a Palazzo Marini (Parlamento) viene presentato il libro IL MERCANTE E L'ARTISTA sul Tax Shelter promosso da GABRIELLA CARLUCCI e WILLER BORDON. Pubblicazione mirata ad offrire una nuova dinamica per il sostegno pubblico al cinema: "la via italiana al tax-shelter", promosso da Gabriella Carlucci e Willer Bordon, curato per l’Istituto italiano per l’Industria Culturale (IsICult) da Angelo Zaccone Teodosi, Alberto Pasquale, Bruno Zambardino, edito da Spirali.

    Al dibattito, oltre agli autori, interverranno: Sandro Bondi (Ministro per i Beni e le Attività Culturali), Luigi Abete, Angelo Barbagallo (produttore), Giampiero Cantoni, Aurelio De Laurentiis (produttore), Paolo Ferrari (Anica), Cristina Frua De Angeli, Oscar Giannino, Giancarlo Giannini, Federica Guidi (Confindustria Giovani), Giampaolo Letta, Michele Placido, Riccardo Tozzi, Angelo Zaccone Teodosi.

    La presentazione del libro, un vero e proprio manuale operativo sul 'Tax Shelter', sarà una occasione per comprendere come queste 'nuove norme fiscali' possono contribuire ad un rilancio strutturale del cinema italiano, abbandonando i vecchi meccanismi dell’assistenzialismo pubblico.
    Gabriella Carlucci, Responsabile Cultura di Forza Italia, crede da anni in questo nuovo sistema di sostegno pubblico allo spettacolo ed è riuscita a far approvare le nuove norme, in una logica assolutamente “bi-partisan”, durante l’iter della Finanziaria 2008. Sospesi dai provvedimenti del Ministro Tremonti, i provvedimenti sono in fase di recupero normativo, grazie all’intervento del Ministro Bondi e del Sottosegretario Letta, che hanno accolto la protesta unanime del mondo del cinema (era stato minacciato, nei momenti più cupi della vicenda, il ritiro dei film nazionali dai festival internazionali).
    Il convegno sarà quindi anche l’occasione per un rinnovato impegno del Governo Berlusconi rispetto all’introduzione di queste innovative norme.

    Dalla IV di copertina: “Nel 2007, il cinema ha registrato in Italia quasi 120 milioni di spettatori e resta una delle industrie culturali più importanti. La quota di mercato dei film italiani nelle sale è una delle più alte nella storia della cinematografia nazionale. Il cinema italiano registra buoni risultati di audience in televisione e nelle videoteche. I film nazionali registrano eccellenti risultati nei festival internazionali e sono un valido veicolo per la promozione del 'made in Italy'. 'Il mercante' e 'l’artista' si stanno accompagnando egregiamente, nel rispetto dei ruoli. La fase è positiva, l’impegno imprenditoriale sembra saper favorire la libertà espressiva, il cinema italiano vive una fase effervescente. Eppure l’industria del cinema, nel nostro Paese, non ha ancora registrato quel salto di qualità, strutturale, che è a portata di mano: le imprese sono spesso ancora troppo piccole (rispetto alle sfide di una competizione sempre più globale, con multinazionali dell’immaginario di enormi dimensioni), e dipendono ancora troppo dal finanziamento statale (erogato attraverso la quota destinata al cinema del Fondo Unico per lo Spettacolo). Si spende ancora poco in marketing e promozione, la Rai non promuove ancora adeguatamente il cinema italiano sul piccolo schermo, si investe poco in ricerca e sperimentazione, nella formazione di nuovi talenti, mentre le nuove tecnologie di diffusione dei contenuti audiovisivi si vanno affermando sempre di più. È necessario aprire questa industria a capitali nuovi, stimolando investimenti interni ed esterni al settore. In prospettiva, dovrà essere possibile anche al singolo cittadino investire i propri risparmi nei film che gli sembreranno rispondenti al proprio gusto (il regista preferito, l’attrice o l’attore amato, l’idea intrigante…). Il 'Tax Shelter' è un sistema di stimolazione fiscale che è stato introdotto in Italia, a favore del cinema, dalla Legge Finanziaria 2008, grazie a una norma bipartisan promossa da una parlamentare allora di opposizione, Gabriella Carlucci, e da un parlamentare allora della maggioranza, Willer Bordon: a distanza di pochi mesi, dopo le elezioni dell’aprile 2008, i ruoli si sono invertiti, ma la norma, accolta con entusiasmo dal Ministro Sandro Bondi, così come dal suo predecessore Francesco Rutelli, sta per avere concreta applicazione attraverso i decreti applicativi che il Ministero per i Beni e le Attività Culturali sta emanando. Questo libro – scritto a più mani da esperti e operatori del settore – si pone come manuale operativo, ma anche come testo per comprendere come funziona l’industria del cinema nel contesto europeo, e finanche come pamphlet per comprendere perché il cinema non è – perché geneticamente non può essere – né 'di sinistra' né 'di destra'. Un cinema solido e forte è garanzia di libertà e di indipendenza. Redditizio per gli imprenditori, creativo per gli autori, soddisfacente per il pubblico. Le ragioni dell’arte e le ragioni del business sono compatibili e possono essere sinergiche. Insieme, 'il mercante' e 'l’artista' possono contribuire non solo al proprio benessere ma anche a quello della collettività".

    Isicult è un ente di ricerca indipendente specializzato sule politiche economiche dei media. Dispone di un centro documentazione specializzato tra i più ricchi di Italia, il cui catalogo (oltre 10.000 libri) verrà messo a disposizione in rete. L’Istituto, oltre alla decina di ricercatori di fiducia, si avvale di un network internazionale di esperti nelle tematiche relative l’industria culturale, considerata in tutti i suoi aspetti: socio-mediologici, economico-finanziari, tecnologici, istituzionali-normativi. Co-fondatore dell’Istituto è Angelo Zaccone Teodosi (già direttore dell’ufficio studi Anica, consigliere di amministrazione a Cinecittà), che dal maggio 2001 ne è anche presidente. Dal 2007 Giovanni Gangemi e Bruno Zambardino sono responsabili di ricerca. (www.isicult.it)

    LA REDAZIONE

    Nota: Si ringraziano Raffaella Spizzichino e Maya Reggi di 'Reggi & Spizzichino Communication'.


    <- Torna all'elenco degli eventi

    Alita - Angelo della battaglia

    ALITA - ANGELO DELLA BATTAGLIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Febbraio

    "Abbiamo costruito tutto dalle nostre precedenti esperienze ....
    [continua]

    Il corriere - The Mule

    IL CORRIERE-THE MULE

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dal 7 Febbraio

    "Earl è stato ....
    [continua]

    Green Book

    GREEN BOOK

    RECENSIONE - OSCAR 2019: Nominations al 'Miglior film'; 'Miglior Attore Protagonista' (Viggo Mortensen); Miglior .... [continua]

    L'esorcismo di Hannah Grace

    L'ESORCISMO DI HANNAH GRACE

    RECENSIONE - Dal 31 Gennaio .... [continua]

    Dragon Trainer – Il mondo nascosto

    DRAGON TRAINER – IL MONDO NASCOSTO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 31 Gennaio

    "Perennemente schivo, Hiccup è ora il capo ....
    [continua]

    La favorita

    LA FAVORITA

    RECENSIONE - OSCAR 2019: 10 Nominations - 12 Nominations ai BAFTA 2019; VINCITORE .... [continua]

    Bohemian Rhapsody

    BOHEMIAN RHAPSODY

    Ancora al cinema - VINCITORE di 2 GOLDEN GLOBES 2019 al 'Miglior Film .... [continua]