ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Supernova

    SUPERNOVA

    New Entry - REGNO UNITO: Dal 27 Novembre

    "Supernova è il risultato ....
    [continua]

    Come un gatto in tangenziale - Ritorno a Coccia di Morto

    COME UN GATTO IN TANGENZIALE - RITORNO A COCCIA DI MORTO

    New Entry - Al via le riprese a ROMA (della durata di 8 settimane) .... [continua]

    Falling

    FALLING

    New Entry - Esordio alla regia per Viggo Mortensen, qui anche sceneggiatore e musicista .... [continua]

    The Georgetown Project

    THE GEORGETOWN PROJECT

    New Entry - 2021 .... [continua]

    Dear Evan Hansen

    DEAR EVAN HANSEN

    New Entry - Nell'adattamento cinematografico di Stephen Chbosky tratto dall'acclamato musical di Broadway Julianne .... [continua]

    Home Page > Eventi

    IL CINEMA DEI PITTORI

    Il cinema dei pittori. Le arti e il cinema Italiano 1940-1980 è la mostra che si inaugura il 14 luglio al Castello Pasquini di Castiglioncello (Livorno) per proseguire fino al 4 novembre 2007.

    02/07/2007 - Per iniziativa del Comune di Rosignano Marittimo, promossa dal Centro per l’Arte ‘Diego Martelli’, la mostra Il cinema dei pittori. Le arti e il cinema Italiano 1940-1980, a cura di Francesco Galluzzi, mira al rapporto tra ARTE e CINEMA, per un’inedita riflessione sui linguaggi artistici e visivi del Novecento in Italia, in particolar modo nell’arco di tempo compreso tra la seconda metà degli anni Quaranta e i Settanta: vale a dire dalla nasita e affermazione del Neorealismo (che trovò nella tradizione figurativa italiana uno stimolo al superamento della stagione dei ‘telefoni bianchi’) al momento in cui, anche in Italia, si impone il paradigma televisivo.

    Negli anni Quaranta il confornto tra i due ambiti espressivi, assume un carattere del tutto nuovo, dividendosi fra gli autori che continuano ad assumere la citazione pittorica come qualificazione culturale (si veda il ‘calligrafismo’ di Poggioli e Soldati) e quelli che assumeranno la tradizione pittorica italiana come fondamentale tramite alla restituzione realistica del panorama antropologico del paese.
    Comune alle due tendenze era dunque la convinzione che il riferimento pittorico contribuisse all’elaborazione di un immaginario capace di determinare un’identità nazionale (fondamentale, in questo senso, la riconsiderazione della pittura dell’Ottocento italiano da parte di Blasetti, De Sica, Visconti).

    Questi temi critici e figurativi avranno negli anni Cinquanta una stabilizzazione sia nella categoria della ‘commedia all’italiana’, sia nella definizione di un neorealismo medio; mentre negli anni Sessanta conosceranno ulteriori elaborazioni grazie ai registi della generazione di Antonioni e di Pasolini e, in seguito, alla nouvelle vague nazionale.
    La nuova consapevolezza dei valori dell’immagine favorisce infatti un diverso rapporto con le arti figurative - compositivo e citazionistico – senza tralasciare l’influsso che il linguaggio cinematografico avrà a sua volta sulla creazione artistica, a cominciare dalla Pop Art. Come pure si dovrà considerare la nascita di una cinematografia autoprodotta e underground che vede la partecipazione attiva di molti artisti sino ad allora impegnati nel campo delle arti visive; e infine il , che fin dagli anni delle avanguardie storiche aveva visto affermarsi il ‘cinema d’artista.’

    La mostra - che si avvale di numerosi prestiti da parte delle più importanti istituzioni museali italiane, sia storico-artistiche che cinematografiche, tra cui gli Uffizi e Pitti (Firenze), la Fondazione Federico Fellini di Rimini il Museo Michelangelo Antonioni di ferrara e il Museo Nazionale del Cinema a Torino –
    Si articola nelle sei sezioni seguenti:

    La citazione: celebri opere di pittori tra Ottocento e Novecento a cui si ispirarono Luchino Visconti, Mauro Bolognini, Pier Paolo Pasolini, Mario Soldati, Valerio Zurlini, Roberto Rossellini posti a confronto con i fotogrammi che ne hanno citato l’insieme o i particolari.

    Artisti nel cinema: Artisti coinvolti invario modo nella lavoirazione di film.

    L’opera d’arte come set: Ambientazioni di opere d’arte in contesti cinematografici… un esempio per tutti: la presenza dell Madonna del Parto di Piero della Francesca ne La prima notte di quiete di Valerio Zurlini.

    Il disegno dei registi: Attività grafica di registi particolarmente significativi come Michelangelo Antonioni, Federico Fellini, Pier Paolo Pasolini.

    Il cinema nella pittura: Antologia di opere di artisti che, pur non avendo mai collaborato ad opere cinematografiche, hanno assunto il cinema e l’immagine-movimento come soggetto determinante del proprio lavoro, tra cui Mimmo Rotella.

    I manifesti di Carlantonio Longi: Selezione di manifesti cinematografici di Carlantonio Longi che pone l’accento sulla sfera della grafica pubblicitaria.

    Video: Video a cura di Giacomo Verde che guida lo spettatore nle percorso espositivo attraverso il montaggio creativo di sequenze di film riferibili alle varie sezioni della mostra.

    Festival: Proiezioni serali di film noti tra cui Senso, Il Vangelo secondo Matteo, La viaccia ... e materiali poco conosciuti quando non del tutto inediti di cinema sperimentale selezionati da Philippe Alain-Michaud, Conservateur, Chef de Service del Centre Pompidou a Parigi.

    La mostra è corredata di un catalogo edito da SKIRA con contributi scientifici di Philippe Alain-Michaud, Cosimo Ceccuti, Bruno Di Marino, Antonio Del Guercio, Raffaele Monti.

    Orari e Info Mostra: Castiglioncello (LI), Castello Pasquini (Piazza della Vittoria), Il cinema dei pittori. Le arti e il cinema italiano 1940-1980 - dal 15 luglio al 4 novembre 2007 - tutti i giorni: 16-24, chiuso il lunedì (lunedì 13 agosto aperto); dall’11 settembre al 4 novembre: tutti i giorni, 9.00-19.00 (chiuso il lunedì).

    (Servizio a cura di PATRIZIA FERRETTI)

    Nota: Si ringrazia l’Ufficio Stampa di Cristina Pariset per la dettagliata informazione sull’evento.


    <- Torna all'elenco degli eventi

    Dio salvi la Regina

    DIO SALVI LA REGINA

    «La storia di una donna che dichiara l’indipendenza della sua casa dallo Stato italiano» - .... [continua]

    Roubaix, una luce

    ROUBAIX, UNA LUCE

    New Entry - Dal Festival del Cinema di Cannes 2019 - VINCITORE del Premio .... [continua]

    Greenland

    GREENLAND

    Gerard Butler torna a lavorare con il regista Ric Roman Waugh, dopo il successo di .... [continua]

    The Secret - Le verità nascoste

    THE SECRET - LE VERITA' NASCOSTE

    Aggiornamenti freschi di giornata! (30 Settembre 2020) - Nel thriller di Yuval Adler (Bethlehem, .... [continua]

    The Witches

    THE WITCHES

    Le streghe sono tornate e questa volta hanno una nuova Strega Suprema (Anne Hathaway). Nel .... [continua]

    Aspettando i barbari

    ASPETTANDO I BARBARI

    Tra i più attesi!!! - 76. Mostra del Cinema di Venezia - CONCORSO .... [continua]

    Balto e Togo - La leggenda

    BALTO E TOGO - LA LEGGENDA

    RECENSIONE - Dal 3 Settembre

    "Il percorso che abbiamo attraversato per creare 'Balto e ....
    [continua]