ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Ladies in Black

    LADIES IN BLACK

    New Entry - Taormina Film Festival 2019 - Film di apertura .... [continua]

    Star Wars: episodio IX - The Rise of Skywalker

    STAR WARS: EPISODIO IX - THE RISE OF SKYWALKER

    New Entry - Tra i più attesi!!! - La celebre saga volge al .... [continua]

    L'uomo del labirinto

    L'UOMO DEL LABIRINTO

    New Entry - Tra i più attesi!!! - Dustin Hoffman e Toni Servillo .... [continua]

    Il professore e il pazzo

    IL PROFESSORE E IL PAZZO

    Tra i più attesi!!! - La prima volta insieme sul grande schermo di due .... [continua]

    Green Book

    GREEN BOOK

    Ancora al cinema - VINCITORE agli OSCAR 2019 di 3 statuette: 'Miglior Film', .... [continua]

    Home Page > Eventi

    'SERGIO LEONE. IL CINEMA COME FAVOLA POLITICA' AL CINEMA TREVI DI ROMA (mercoledì 5 Febbraio 2014)

    Nel corso della GIORNATA DEDICATA a SERGIO LEONE, la proiezione del film GIÙ LA TESTA, cui farà seguito un incontro con Luca Verdone, Oreste De Fornari e Christian Uva che presenterà il suo libro Sergio Leone. Il cinema come favola politica, l’incontro è moderato da Sergio Bassetti.

    03/02/2014 - La Cineteca Nazionale segnala che mercoledì 5 febbraio, al Cinema Trevi (vicolo del puttarello, 25 - Roma), ci sarà una GIORNATA DEDICATA a SERGIO LEONE. IL CINEMA COME FAVOLA POLITICA.

    Alla proiezione del film GIÙ LA TESTA farà seguito un incontro con Luca Verdone, Oreste De Fornari e Christian Uva che presenterà il suo libro Sergio Leone. Il cinema come favola politica, l’incontro è moderato da Sergio Bassetti.

    «Spettacolo, mito, favola. Se queste sono le principali coordinate all’interno delle quali la produzione filmica di Sergio Leone è stata tradizionalmente collocata, è tuttavia necessario evidenziare come tale orizzonte trovi la sua principale ragion d’essere in una corposa istanza politica articolata su più livelli. […] Il carattere fondamentalmente astratto della sua produzione, emergente da un impiego tutto personale dei generi, costituisce in tal senso la prospettiva ideale in cui il regista inserisce riferimenti simbolici alla storia e all’attualità, mentre sul piano stilistico la continua rottura dei moduli classici e la costante necessità di rivoluzionare la forma appaiono mossi, pur all’interno di una concezione spettacolare e industriale della settima arte, da una volontà tutta autoriale di fare film politicamente» (dalla quarta di copertina del libro di Christian Uva Sergio Leone. Il cinema come favola politica, Ente dello Spettacolo, 2013).

    ore 17.00 Giù la testa di Sergio Leone (1971, 157’)

    «L’ultimo western diretto da Sergio Leone, anzi, come diceva lo stesso regista “più correttamente è un avventuroso ambientato all’epoca della rivoluzione messicana”. […] Apre una grande citazione di Mao, del resto i tempi sono quelli, del post ’68 non solo europeo [...]. La storia si svolge durante la rivoluzione messicana del 1913. Sulla carrozza che trasporta ricchi borghesi, Juan Miranda, un bandito confusamente legato alla rivoluzione, li deruba visto che hanno parlato male dei messicani. Incrocia un terrorista dell’Ira [...], Sean Mallory detto John, e tra i due nasce una specie di società rivoluzionaria fatta di vera amicizia e dinamite ancora più vera. Assieme decidono di assaltare la banca di Mesa Verde. Ma lì non c’è più una banca, ma una prigione per politici» (Giusti).

    ore 20.45 Incontro con Oreste De Fornari, Luca Verdone, Christian Uva, moderato da Sergio Bassetti

    nel corso dell’incontro verrà presentato il libro di Christian Uva Sergio Leone. Il cinema come favola politica

    a seguire Marion, artista di Caffè-concerto di Roberto Roberti (1920, 49’)

    Una canzonettista di caffè concerto muore lasciando al mondo una figlioletta, Marion, che ella ebbe da una avventura galante. Anche Marion diventa attrice di caffè concerto, ma un’attrice celebre, una stella. Un giorno si innamora di un giovane poeta. Ma dopo un periodo di felicità, il poeta abbandona Marion per sposare la figlia del suo editore. Marion si ammala di tisi…

    Ingresso gratuito

    LA REDAZIONE

    Nota: Si ringrazia Susanna Zirizzotti (Ufficio stampa Centro Sperimentale di Cinematografia)


    <- Torna all'elenco degli eventi

    Torna a casa, Jimi! 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro

    TORNA A CASA, JIMI! 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro

    Un padrone pronto a tutto per il suo amico a quattro zampe nel film che .... [continua]

    Shazam!

    SHAZAM!

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 3 Aprile

    "Per me la grande attrazione del personaggio ....
    [continua]

    Cafarnao - Caos e miracoli

    CAFARNAO - CAOS E MIRACOLI

    VINCITORE del Premio della Giuria a Cannes 2018 - Dall'11 Aprile

    "'Cafarnao' ....
    [continua]

    Book Club - Tutto può succedere

    BOOK CLUB - TUTTO PUO' SUCCEDERE

    RECENSIONE - Dal 4 Aprile

    "A Hollywood, nella società, c'è una fortissima discriminazione dell'età ....
    [continua]

    Dumbo

    DUMBO

    Primo al box Office Italia e Usa - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 28 Marzo
    [continua]

    Bentornato Presidente

    BENTORNATO PRESIDENTE

    RECENSIONE - Il Presidente Peppino Garibaldi (Claudio Bisio) torna a portare scompiglio nei palazzi della .... [continua]

    Una giusta causa

    UNA GIUSTA CAUSA

    RECENSIONE - Un tributo a una delle figure più influenti del nostro tempo, seconda donna .... [continua]