ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Cocaine: La vera storia di White Boy Rick

    COCAINE: LA VERA STORIA DI WHITE BOY RICK

    New Entry - La vera storia di Richard Wershe Jr, 'White Boy Rick' (Richie .... [continua]

    Un uomo tranquillo

    UN UOMO TRANQUILLO

    Come Hans Petter Moland, alias 'il Ridley Scott della Norvegia', e Liam Neeson hanno creato .... [continua]

    Copia originale

    COPIA ORIGINALE

    Dal 36. TFF - Dal 21 Febbraio .... [continua]

    The Front Runner - Il vizio del potere

    THE FRONT RUNNER - IL VIZIO DEL POTERE

    Dal 36. Torino Film Festival - Dal 21 Febbraio .... [continua]

    Mia e il leone bianco

    MIA E IL LEONE BIANCO

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Dal 17 Gennaio

    "Ho incontrato Gilles de ....
    [continua]

    Home Page > Eventi

    RAVENNA 'MEDITAEUROPA': ED E' SUBITO FESTIVAL

    Una mostra fotografica per cominciare: 'Gente di Dio' di Monika Bulaj (dal 2 al 26 maggio 2007)

    01/03/2007 - FESTIVAL MEDITAEUROPA presenta la mostra fotograficaGENTE di DIO" dell'artista polacca MONIKA BULAJ: a RAVENNA (Biblioteca Classense, Sala Manica Lunga, via Baccarini, 3), dal 2 al 26 maggio 2007. (Orari mostra: da martedì a venerdì: 15-18; sabato mattina: 10-13; chiuso domenica e lunedì; Ingresso gratuito)

    Inaugurazione: mercoledì 2 maggio ore 18,30

    Nasce a Ravenna il Festival Meditaeuropa, festival delle culture del Mediterraneo frutto dell’esperienza accumulata dall’associazione Meditaeuropa all’interno di un percorso ormai avviato da alcuni anni. Nasce per celebrare il Mediteranneo quale “luogo del rapporto fra culture e popoli”, in una città di dialogo e di “frontiera” come Ravenna. Con una formula innovativa e originale: unire saperi diversi. Ospiti di Meditaeuropa Autori di fama internazionale, da Michelle Nouri a Ornela Vorpsi, da Nedim Gürsel a Tahar Ben Jelloun, da Amid Ziarati ad Amara Lahkous. Ma vi saranno anche REGISTI, architetti, artisti e studiosi provenienti dalle più diverse discipline.

    La prima edizione di Festival Meditaeuropa s’inaugura presentando la mostra della celebre fotografa Monika Bulaj. Aperta dal 2 al 26 maggio 2007 nella splendida cornice della Biblioteca Classense di Ravenna, la mostra espone le magiche e inconsuete atmosfere che gli incredibili scatti del progetto “Gente di Dio” permettono di riprodurre.

    In mostra, 130 fotografie dell’artista polacca Monika Bulaj, famosa per la forza emotiva dei suoi scatti. Con il progetto "Gente di Dio" la Bulaj ha vinto nel 2005 il Grant in visual art da parte di European association for Jewish culture. Le immagini di queste foto svelano le realtà paesaggistica e antropologica dell’Europa orientale, sono le immagini della fede dei popoli e indagano le frontiere interne e immateriali delle fedi.
    Con questa mostra fotografica, Meditaeuropa intende portare un suo contributo all’esigenza dell’incontro, della condivisione e del confronto. Per ricomporre un clima di conoscenza reciproca tra le genti e tratteggiare assonanze e fonti ispirative comuni. La mostra vuole compiere anche un passo nella rivendicazione della città quale spazio “laico” della comunità e luogo di comunicazione.
    Per gli stereotipi che contesta, questo “viaggio nel sacro” di Monika Bulaj - viaggio parallelo che esplora i territori franchi di coabitazione tra monoteismi, mondi in bilico fra cristianesimo, islam e ebraismo, cattolicesimo e ortodossia – rappresenta una voce dissacrante e di grande sincerità.
    Nelle sue foto l’Autrice ci mostra musulmani che festeggiano il sabat; ebrei che leggono il Corano; musulmane che segnano la croce sul pane prima di metterlo in forno e che pregano la Madonna; cristiani che invocano gli alberi e la luna, mentre sgozzano capre nei templi; feste della fertilità cui accorrono islamici e cristiani; sciiti e sunniti fratelli all’inaugurazione delle moschee. Anche l’orizzonte fisico si amplia, andando di molto oltre il mondo carpatico, spingendosi lontano in una nebulosa di luoghi ignorati e arrivando ai confini del Mar Caspio. Poi scende lungo il Bosforo, si addentra nella Istanbul più segreta, risale sui monti della Bulgaria dove suonano le zampogne, si perde tra Tibisco e Danubio, nella terra dove vivono gli zingari, risale a nord verso l’Ucraina occidentale, nei monasteri dove sopravvive l’ortodossia più antica. Luoghi di fede passionale, centri di resistenza quasi clandestina contro l’aggressione dei pensieri unici e delle intolleranze. Mondi viscerali, nemici dei dogmi e delle gerarchie, ma anche straordinari anticorpi allo scontro tra fondamentalismi.
    Non sono solo le periferie d’Europa. Sono anche le periferie delle fedi. Periferie speciali, dove i monoteismi oggi in conflitto generano – a sorpresa – terreni di coabitazione. Ed è un mistero che proprio questi territori, devastati da tanti massacri e deportazioni, siano riusciti a generare una capacità di incontro che altrove il mondo sta perdendo. Fedi passionali, che i chierici dell’Islam, del Cristianesimo o dell’Ebraismo bollano spesso come superstizione. Fedi popolari, radicate al territorio, all’anima delle acque, dei boschi, alla tomba di un profeta o di un santo, ma capaci, anche, di travolgere le frontiere implacabili delle confessioni. Una risorsa formidabile, miracolosa e spesso ignorata.

    Il Festival Meditaeuropa è patrocinato da: Parlamento Europeo, Ministero degli Esteri, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Ravenna, Comune di Ravenna.

    Informazioni: Associazione Meditaeuropa - Viale della lirica, 11 48100 Ravenna tel 0544 281611;
    Istituzione Biblioteca Classense - Tel. 39.0544.482112 - fax +39.0544.482104; e-mail: informazioni@classense.ra.it; www.classense.ra.it

    La Redazione

    Nota: Si ringrazia Tatiana Tomasetta dell'Ufficio Stampa Coop. Aleph per la cortese segnalazione.


    <- Torna all'elenco degli eventi

    Alita - Angelo della battaglia

    ALITA - ANGELO DELLA BATTAGLIA

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 14 Febbraio

    "Abbiamo costruito tutto dalle nostre precedenti esperienze ....
    [continua]

    Il corriere - The Mule

    IL CORRIERE-THE MULE

    Tra i più attesi!!! - RECENSIONE - Dal 7 Febbraio

    "Earl è stato ....
    [continua]

    Green Book

    GREEN BOOK

    RECENSIONE - OSCAR 2019: Nominations al 'Miglior film'; 'Miglior Attore Protagonista' (Viggo Mortensen); Miglior .... [continua]

    L'esorcismo di Hannah Grace

    L'ESORCISMO DI HANNAH GRACE

    RECENSIONE - Dal 31 Gennaio .... [continua]

    Dragon Trainer – Il mondo nascosto

    DRAGON TRAINER – IL MONDO NASCOSTO

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 31 Gennaio

    "Perennemente schivo, Hiccup è ora il capo ....
    [continua]

    La favorita

    LA FAVORITA

    RECENSIONE - OSCAR 2019: 10 Nominations - 12 Nominations ai BAFTA 2019; VINCITORE .... [continua]

    Bohemian Rhapsody

    BOHEMIAN RHAPSODY

    Ancora al cinema - VINCITORE di 2 GOLDEN GLOBES 2019 al 'Miglior Film .... [continua]