ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Avengers: Endgame

    AVENGERS: ENDGAME

    Dal 24 Aprile

    "È stato un esperimento davvero unico. Sono 10 anni di storytelling ....
    [continua]

    The Song of Names

    THE SONG OF NAMES

    New Entry - Clive Owen e Tim Roth protagonisti di una "storia poliziesca emotiva" .... [continua]

    Il professore e il pazzo

    IL PROFESSORE E IL PAZZO

    Ancora al cinema - Tra i più attesi!!! - La prima volta insieme .... [continua]

    Home Page > Eventi

    VII. Festival Internazionale del Film di Roma (9-17 Novembre 2012) - ANNUNCIATO IL PRIMO DEI DUE FILM-SORPRESA DELLA SETTIMA EDIZIONE: 1942 (BACK TO 1942) di FENG XIAOGANG

    Accanto ad un cast cinese all-stars, due divi di Hollywood, i premi Oscar ADRIEN BRODY e TIM ROBBINS.

    05/11/2012 - Il direttore artistico del Festival Internazionale del Film di Roma, Marco Müller, ha annunciato il primo dei due film-sorpresa che andranno a completare il CONCORSO della settima edizione: si tratta di 1942 (BACK TO 1942) di FENG Xiaogang, che verrà presentato a Roma in PRIMA MONDIALE. Il film di FENG, uno dei registi più popolari e amati in patria, autore di commedie, melodrammi e film d’azione di enorme successo (è stato il primo cineasta cinese ad aver superato il miliardo di yuan, oltre 146 milioni di dollari al box office nazionale), vede fra i protagonisti, accanto ad un cast cinese all-stars, due divi di Hollywood, i premi Oscar® ADRIEN BRODY e TIM ROBBINS. Nel film i due attori interpretano rispettivamente un giornalista americano e un prete cattolico, durante la guerra contro il Giappone.

    1942 (BACK TO 1942) di FENG Xiaogang, Cina, 2012, 135’

    Nel 1942 la Cina assiste alla più tragica carestia della sua storia moderna, che provoca la morte di almeno tre milioni di persone nella provincia di Henan. La guerra tra le truppe giapponesi e i reparti dell’esercito nazionalista dell’Henan del nord è sul punto di scoppiare, e le intere forniture di grano della provincia vengono deviate verso le truppe cinesi, togliendole alla popolazione. Il proprietario terriero Fan (Zhang Guoli), assieme alla figlia sedicenne Xing Xing (Fiona Wang), al fedele servitore Shuang Zhu (Zhang Mo) e alla sua fittavola Hua Zhi (Xu Fan), si deve unire ai milioni di rifugiati che si stanno dirigendo a piedi verso la provincia dello Shaanxi. Durante il viaggio, Fan incontra tre uomini: l’appassionato giornalista americano Theodore White (Adrian Brody), lo chef diventato giudice Old Ma (Fan Wei), e Padre Simeone (Zhang Hanyu), che sta perdendo la sua fede in Dio e che si rivolge al prete italiano Thomas Megan (Tim Robbins). Un film epico, un kolossal alla Via col vento sul più grande esodo di popolazione dell’ultimo secolo. Tra banditi, battaglie e continui colpi di scena…

    FENG Xiaogang

    Debutta come attore di commedie farsesche commedie e satiriche. La popolarità come autore arriva negli seconda metà degli anni Novanta quando FENG inizia a esplorare un nuovo modo di fare commedia unico nel suo genere, dipingendo i sogni e le aspirazioni della gente comune. Le sue opere più rappresentative in questo senso sono Jiafang yifang (The Dream Factory), Bu jian bu san (Be There or Be Square) e Mei wan mei liao (Sorry, Baby). Il 2000 è l’anno della svolta cinematografica: FENG firma un dramma sul divorzio, Yisheng tanxi (Sigh), che avrà un successo senza precedenti. Negli anni successivi, dirige film d'azione (Tianxia wuzei / A World Without Thieves), cospirazioni e intrighi di corte (Yeyan / The Banquet, basato sull’Amleto di Shakespeare), ma anche epici film di guerra (Jijie hao / Assembly), in cui dimostra le sue capacità di dirigere scene di massa complesse così come di raccontare storie dai toni fortemente melodrammatici. Nel 2008, la sua commedia romantica e sofisticata, Feichang wurao (If You Are the One) batte tutti i record d’incasso e diventa, in Cina, il film di maggior successo di tutti i tempi. Con Tangshan dadizhen (Aftershock), film in 3D sul terremoto di Tangshan, Feng unisce le sue abilità tecniche e la sua capacità di comprensione della condizione umana, per realizzare qualcosa di sorprendente sulla scena cinematografica cinese. FENG Xiaogang non è solo il regista dei più grossi successi popolari degli ultimi anni in Cina (firmando una serie di film spettacolari che hanno trionfato al botteghino), ma è anche una delle personalità più versatili del cinema cinese.

    LA REDAZIONE

    Nota: Si ringrazia Cristiana Caimmi


    <- Torna all'elenco degli eventi

    Torna a casa, Jimi! 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro

    TORNA A CASA, JIMI! 10 cose da non fare quando perdi il tuo cane a Cipro

    RECENSIONE - Un padrone pronto a tutto per il suo amico a quattro zampe nel .... [continua]

    Shazam!

    SHAZAM!

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 3 Aprile

    "Per me la grande attrazione del personaggio ....
    [continua]

    Cafarnao - Caos e miracoli

    CAFARNAO - CAOS E MIRACOLI

    VINCITORE del Premio della Giuria a Cannes 2018 - Dall'11 Aprile

    "'Cafarnao' ....
    [continua]

    Book Club - Tutto può succedere

    BOOK CLUB - TUTTO PUO' SUCCEDERE

    RECENSIONE - Dal 4 Aprile

    "A Hollywood, nella società, c'è una fortissima discriminazione dell'età ....
    [continua]

    Dumbo

    DUMBO

    Ancora al cinema - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 28 Marzo

    "L’idea di ....
    [continua]

    Bentornato Presidente

    BENTORNATO PRESIDENTE

    Ancora al cinema - RECENSIONE - Il Presidente Peppino Garibaldi (Claudio Bisio) torna a .... [continua]

    Green Book

    GREEN BOOK

    Ancora al cinema - VINCITORE agli OSCAR 2019 di 3 statuette: 'Miglior Film', .... [continua]