ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Le streghe

    LE STREGHE

    Le streghe sono tornate e questa volta hanno una nuova Strega Suprema (Anne Hathaway). Nel .... [continua]

    Kajillionaire - La truffa è di famiglia

    KAJILLIONAIRE - LATRUFFA E' DI FAMIGLIA

    VINCITORE come 'Miglior Film' ad Alice nella città della Festa del Cinema di .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Cate Blanchett

    Il cinema di Cate Blanchett

    Biografia

    (Melbourne, Victoria, AUSTRALIA 14 maggio 1969 - )
    Catherine Elise (CATE) BLANCHETT studia danza e pianoforte e all’età di diciotto anni, durante un viaggio in Egitto, partecipa come comparsa in un film arabo sul pugilato e decide di intraprendere la carriera di attrice.

    Una volta diplomatasi all’ Australia’s National Institute of Dramatic Art (NIDA), Cate Blachett lavora molto in TEATRO, per lo più con la Compagnia B, un ampio ensemble di attori (tra cui Geoffrey Rush, Gillian Jones e Richard Roxburgh) con base a Belvoir Street, e diretto da Neil Armfield. I suoi ruoli comprendono Miranda (La Tempesta), Ofelia (Amleto – per il quale è stata candidata ad un Green Room Award), Nina (Il Gabbiano) e Rose (The Blind Giant Is Dancing). Con la Sydney Theater Company (STC), appare in Top Girls di Caryl Churchill, Oleanna di David Mamet (premiata con The Sydney Theater Critics Award come Miglior Attrice), Sweet Phoebe di Michael Gow e Kafka Dances di Timothy Daly (anche per The Griffin Theatre Company, per il quale ha ricevuto il premio Critics Circle come miglior esordiente). Per il Teatro Almeida nel 1999, Cate interpreta Susan Traherne in Plenty di David Hare al West End di Londra.

    I suoi crediti televisivi includono ruoli da protagonista in Heartland (1994) e Bordertown(1995), entrambi per l’Australian Broadcasting Commission.

    Tra i suoi primi film che cadono nell'anno 1997, Cate Blanchett annovera Paradise Road di Bruce Beresford, Thank God He Met lizze, con cui vince un AFI e un ‘Sydney Film Critics Award’, e Oscar e Lucinda di Gillian Armstrong, con Ralph Fiennes, con cui ottiene una candidatura agli AFI.

    Cate Blanchett ottiene candidature ai Golden Globe con Bandits (2001) di Barry Levinson e Veronica Guerin-Il prezzo del coraggio (2003) di Joel Schumacher. Tra gli altri suoi film ricordiamo poi la trilogia de The Lord of the Rings (Il Signore degli anelli), The Life Aquatic with Steve Zissou di Wes Anderson, Coffee & Cigarettes di Jim Jarmush, che le porta una cadidatura agli Independent Spirit Award, The Missing di Ron Howard, con Tommy Lee Jones, Charlotte Gray di Gillian Armstrong, The Shipping News-Ombre dal profondo di Lasse Hallstrom, con Kevin Spacey, The Little Fish di Rowan Woods, con Sam Neill e Hugo Weaving, Falso tracciato di Mike Newell, con John Cusack, Un marito ideale di Oliver Parker, The Talented Mr Ripley (Il talento di Mr. Ripley, 1999) di Anthony Minghella, che le porta una candidatura ai BAFTA come ‘Miglior Attrice Non Protagonista’, The Gift di Sam Raimi e The Man Who Cried-L’uomo che pianse di Sally Potter, che le porta una candidatura del National Board of Review.

    Cate Blanchett vince un Oscar con il ruolo di Katharine Hepburn in The Aviator (2004) di Martin Scorsese, cui va da aggiungersi anche un BAFTA, un SAG e una candidatura ai Golden Globe.

    Nel 1999 ottiene la sua prima candidatura agli Oscar e i suoi primi premi BAFTA e Golden Globe con il ruolo della regina Elisabetta I in Elizabeth, di Shekhar Kapur. Presto riprenderà questo ruolo nel sequel The Golden Age, sempre diretto da Kapur. In seguito
    la vediamo al fianco di Brad Pitt, nel film diretto da Alejandro Inarritu Babel e in Notes on a Scandal (Diario di uno scandalo), con Judi Dench e, nei panni di una ‘dark lady’ a fianco di George Clooney nel film noir di Steven Soderbergh The Good German (Intrigo a Berlino, 2006), ambientato nella Berlino dell’immediato dopoguerra.

    Terminate le riprese di I’m not There, un film di Todd Haynes sulla vita di Bob Dylan, sta per iniziare quelle del fantasy The Curious Case of Benjamin Button, con Brad Pitt.

    (Attualmente è impegnata nella sua prima regia con A Kind of Alaska per la Sydney Theatre Company).

    ....

    Ma la Blanchett prosegue negli anni un'assidua frequentazione del TETARO, di cui perciò vanta una grande esperienza, sia in Australia che all’estero. Gli ultimi cinque anni (2009-2013 circa) la vedono co-direttore artistico e co-amministratore delegato della Sydney Theatre Company (STC) insieme a Andrew Upton. Durante questo periodo, la Blanchett si cimenta nel ruolo di Richard II, nella celebre produzione della compagnia, The Wars of The Roses, nel ruolo di Blanche Du Bois in A Streetcar Named Desire di Tennessee Williams, diretto da Liv Ullmann, spettacolo acclamato a Sidney, Washington e New York (la sua performance è decretata ‘Performance of the Year’ dal "The New York Times") e per cui riceve l’Helen Hayes Award come 'Migliore Attrice in una produzione itinerante'. Recita inoltre nella parte di Yelena in Uncle Vanya di Anton Chekhov, nell’adattamento di Andrew Upton, inserito nel cartellone principale della stagione 2010 della STC, e che è, inoltre, rappresentato a Washington, ed al New York City’s Lincoln Center Festival nel giugno 2012 (ruolo che le vale l’Helen Hayes Award come Migliore Attrice). Recentemente è stata Lotte, in Gross und Klein, di Botto Strauss: questa rappresentazione attraversa l’Europa nel 2012, dopo la stagione 2011 di Sidney, ed è inserita nelle Olimpiadi culturali di Londra. L'estate 2013 la vediamo accanto ad Isabelle Huppert nell’adattamento della Sydney Theatre Company della tragica commedia del 1947 di Jean Genet, The Maids, diretta da Benedict Andrews ed adattata da Andrew Upton.
    ....

    La Blanchett è attualmente impegnata a Berlino, nella produzione del film di George Clooney, The Monuments Men, ed inizierà, entro la fine dell’anno, le riprese del live-action Disney, Cinderella. Ha inoltre, recentemente, concluso le riprese dei due prossimi film di Terrence Malick, Knight of Cups e l’altro ancora senza titolo...

    ***

    L’attrice è premiata con la Centenary Medal per il contributo apportato alla società australiana attraverso la recitazione, e nel 2007 viene inserita da "Time Magazine", tra le 100 personalità più influenti. Nel 2012, è insignita del Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres (una della maggiori onorificenze culturali francesi) dal ministro francese alla cultura, in riconoscimento al suo significativo contributo alle arti. Riceve inoltre la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame. Nel 2008, la Blanchett co-presiede la sezione creative dell’Australia’s National 2020, voluto dal premier australiano; è inoltre la promotrice del Sydney Film Festival oltre che ambasciatrice dell’Australian Conservation Foundation e dell’Australian Film Institute. Risiede a Sydney con il marito e tre figli.

    (BIOGRAFIA in corso di elaborazione)

    <- torna alla pagina principale di Cate Blanchett

    Bansky-L'Arte della ribellione

    BANSKY-L'ARTE DELLA RIBELLIONE

    USCITA ANNULLATA - New Entry - Storia di Banksy, dalle origini in una sottocultura .... [continua]

    The Specials-Fuori dal comune

    THE SPECIALS-FUORI DAL COMUNE

    USCITA ANNULLATA - 15. Festa del Cinema di Roma, 15-25 Ottobre 2020 - Alice .... [continua]

    The Secret - Le verità nascoste

    THE SECRET - LE VERITA' NASCOSTE

    RECENSIONE - Nel thriller di Yuval Adler (Bethlehem, The Operative) Noomi Rapace (trilogia 'Millennium') torna .... [continua]

    La vita straordinaria di David Copperfield

    LA VITA STRAORDINARIA DI DAVID COPPERFIELD

    RECENSIONE - Dal London Film Festival 2019 - Rilettura inedita del celebre romanzo dickensiano, attraverso .... [continua]

    Greenland

    GREENLAND

    Gerard Butler torna a lavorare con il regista Ric Roman Waugh, dopo il successo di .... [continua]

    Tenet

    TENET

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - Tra i più attesi!!! - Di nuovo al .... [continua]

    Bird Box

    BIRD BOX

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Sandra Bullock, Sarah Paulson e John Malkovich, .... [continua]