ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Lost and Found in Paris

    LOST AND FOUND IN PARIS

    New Entry - La storia degli anni giovanili dell'attore Rupert Everett, qui in veste .... [continua]

    La fiera delle illusioni-Nightmare Alley

    LA FIERA DELLE ILLUSIONI-NIGHTMARE ALLEY

    Guillermo del Toro adatta per il grande schermo il romanzo omonimo di William Lindsay Gresham .... [continua]

    Ennio

    ENNIO

    New Entry - Dal 17 Febbraio .... [continua]

    The Tender Bar

    THE TENDER BAR

    RECENSIONE - Un romanzo di formazione prende vita in celluloide per George Clooney che dirige .... [continua]

    The King's Man - Le origini

    THE KING'S MAN - LE ORIGINI

    Prequel del film Kingsman - Secret Service - RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 5 Gennaio
    [continua]

    Above Suspicion

    ABOVE SUSPICION

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 2 Novembre - (Internet) .... [continua]

    West Side Story

    WEST SIDE STORY

    VINCITORE di 3 Golden Globes: 'Miglior film commedia o musicale'; 'Migliore attrice in un .... [continua]

    C'era una truffa ad Hollywood

    C'ERA UNA TRUFFA AD HOLLYWOOD

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Un sentiero di ritorno affollato tra Robert De Niro, Morgan Freeman, .... [continua]

    Don't Look Up

    DON'T LOOK UP

    CelluloidPortraits ha eletto Don't Look Up a FILM DELL'ANNO 2021 - RECENSIONE - .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Juliette Binoche

    Il cinema di Juliette Binoche

    Biografia

    (Parigi, FRANCIA, 9 marzo 1964 - )

    JULIETTE BINOCHE si impone all’attenzione del pubblico nel 1985 con Je Vous Salue Marie di Jean-Luc Godard e in quello stesso anno il suo successo in Francia è consacrato da Rendez-vous di André Téchiné. L’anno successivo l’attrice è protagonista di Mauvais Sang (Rosso sangue, 1986) ma la fama internazionale arriva nel 1988 con The Unbearable Lightness of Being (L’insostenibile leggerezza dell’essere) di Philip Kaufman.
    Negli anni Novanta la vediamo in Les Amants du Pont-Neuf (Gli amanti del Pont-Neuf, 1991), entrambi diretti da Leos Carax e Damage (Il danno, 1992) di Louis Malle, con Jeremy Irons, ed è la protagonista di Film Blu. Tre colori (1993) di Krzysztof Kieslowski. E’ apparsa anche in Red (Film rosso. Tre colori) e White (Film bianco. Tre colori), gli altri due film (1994) della trilogia del regista polacco, mentre l’anno successivo è in The Horseman on the Roof (L’ussaro sul tetto, 1995). Nel corso della sua carriera la Binoche ottiene otto Nominations al premio César, vincendone uno proprio per il primo film di questa trilogia: Film Blu. Il 1996 è un anno importante per Juliette Binoche. E’ l’anno in cui interpreta Un Divan à New York (Un divano a New York, 1996) al fianco di William Hurt, ma è soprattutto l’anno in cui vince l’Oscar®, il BAFTA, l’European Film Award, il ‘National Board of Review Award’ come ‘Migliore Attrice Non Protagonista’ e l’Orso d’argento al Festival di Berlino per l’interpretazione dell’infermiera Hana in The English Patient (Il paziente inglese) di Anthony Minghella. Collabora poi di nuovo con Téchiné per Alice et Martin (Alice e Martin, 1998), ed è Georges Sand/Baronessa Aurora nel drammatico Children of the Century (I figli del secolo, 1999). Nel 2000, il ruolo della protagonista in Chocolat le vale la Nomination all’Oscar, due candidature al premio dello ‘Screen Actors Guild’ e la terza Nomination al Golden Globe. Tra gli altri titoli di questo periodo ricordiamo: La Veuve de Saint Pierre (L’amore che non muore, 2000), Code Inconnu (Codice sconosciuto, 2000), la commedia Jet Lag (2002) che la vede a fianco di Jean Reno, Country of My Skull (In My Country, 2004) di John Boorman, Hidden (Niente da nascondere, 2005) di Michael Haneke, Mary (2005) di Abel Ferrara, presentato alla 62a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica al Lido di Venezia e Paris je t’aime (2006). Nello stesso anno è di nuovo diretta da Anthony Minghella per Breaking and Entering (Complicità e sospetti) dove dà il meglio di sé interpretando la bosniaca Amira, un’immigrata a Londra, a fianco di Jude Law e Robin Wright Penn. E sempre nel 2006 termina le riprese di Quelques Jours En Septembre di Santiago Amigorena, con John Turturro.

    Data di pubblicazione: (11 febbraio 2007)

    <- torna alla pagina principale di Juliette Binoche

    Barry Seal - Una storia americana

    BARRY SEAL - UNA STORIA AMERICANA

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - RECENSIONE - Dal 14 Settembre

    "La storia ....
    [continua]

    150 milligrammi

    150 MILLIGRAMMI

    I ‘RECUPERATI’ di ‘CelluloidPortraits’ - NOMINATION ai CÉSAR 2017: 'Migliore Attrice' (Sidse Babett .... [continua]

    Macbeth

    MACBETH

    Il nuovo film di Joel Coen con Frances McDormand e Denzel Washington - Dal 14 .... [continua]

    Il potere del cane

    IL POTERE DEL CANE

    VINCITORE di 3 Golden Globes 2022: 'Miglior Film Drammatico'; 'Miglior Regista (Jane Campion); 'Miglior .... [continua]

    La figlia oscura

    LA FIGLIA OSCURA

    Da Venezia 78. - Esordio alla regia di Maggie Gyllenhaal - RECENSIONE in ANTEPRIMA .... [continua]

    Il lupo e il leone

    IL LUPO E IL LEONE

    Un cucciolo di lupo e un cucciolo di leone vengono salvati da una ragazza nel .... [continua]

    Belfast

    BELFAST

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - VINCITORE di 1 Golden Globe 2022 per la 'Migliore Sceneggiatura' .... [continua]