ARCHIVIO HOME PAGE

SPECIALI

FLASH NEWS

  • • Ultime News
  • • Archivio News
  • ANTEPRIME

    RITRATTI IN CELLULOIDE

    MOVIES & DVD

  • • In programmazione
  • • Di prossima uscita
  • • New Entry
  • • Archivio
  • • Blu-ray & Dvd
  • CINEMA & PITTURA

    CINESPIGOLATURE

    EVENTI

    TOP 20

  • • Films
  • • Attrici
  • • Attori
  • • Registi
  • LA REDAZIONE

    • Registi

    • Attori

    • Attrici

    • Personaggi

    • L'Intervista

    • Dietro le quinte

    Il segreto della miniera

    IL SEGRETO DELLA MINIERA

    New Entry - Dal 31 Ottobre

    "Il segreto della miniera è un’opera bella ....
    [continua]

    Hustlers

    HUSTLERS

    New Entry - Jennifer Lopez spogliarellista a New York secondo la visione 'sportiva' di .... [continua]

    Jesus Rolls - Quintana è tornato

    JESUS ROLLS - QUINTANA E' TORNATO

    New Entry - Ecco lo spin-off de Il Grande Lebowski (1998) dei Fratelli Coen .... [continua]

    Hope Gap - Le cose che non ti ho detto

    HOPE GAP - LE COSE CHE NON TI HO DETTO

    New Entry - TIFF 2019 - Prossimamente .... [continua]

    Home Page > Ritratti in Celluloide > Attori > Leonardo DiCaprio

    Il cinema di Leonardo DiCaprio

    Biografia

    (A cura di PATRIZIA FERRETTI)

    (Hollywood, California USA 11 novembre 1974 - )
    Che sia un segno del destino oppure no, fatto sta che Leonardo (Wilhelm) DiCaprio (altrimenti detto ‘The Noodle’, ovvero ‘testadura’ per una certa testardaggine caratteriale) nasce proprio a Hollywood (California), la patria del cinema e dunque forse non è un caso che inizi a recitare fin dall’età di 14 anni. Galeotto di questa sua scelta anche il padre George, ex ‘figlio dei fiori’ e membro attivo della ‘controcultura’ americana degli anni Sessanta/Settanta, chitarrista dei ‘Velvet Underground’ che pubblica fumetti e organizza letture pubbliche per i poeti beat William Burroughs e Allen Ginsberg. E’ proprio in una di queste occasioni che, spinto sul palco dal padre, Leonardo DiCaprio, allora bambino, fa il suo debutto ballando il tip-tap. L’opposto della madre, Irmelin Idenbirken, di origine tedesca, fuggita dalla Germania all’epoca della Seconda Guerra Mondiale per andare a studiare a New York al campus universitario dove per l’appunto conosce George, futuro padre di Leonardo, da cui si separa quando il piccolo Leo ha appena un anno. Ma i genitori per Leonardo DiCaprio resteranno ugualmente a lungo suoi principali consiglieri: basta dire che Leonardo deve al padre l’aver accettato il ruolo di protagonista in Titanic, malgrado non abbia mai visto di buon occhio i film a grosso budget in genere. I suoi inizi si legano tuttavia, come nella stragrande maggioranza delle carriere attoriali, alla televisione e agli spots pubblicitari. E proprio dopo aver avuto piccole parti in televisione, nelle pubblicità e in qualche film, Leonardo DiCaprio ottiene un ruolo fisso nella sitcom di successo Growing Pains (Genitori in Blue Jeans, 1991-‘92). Il ruolo che lo porta dritto a sfondare nel cinema arriva quando il regista Michael Caton-Jones lo sceglie per interpretare l’ambìta parte di Tobias Wolff nell’adattamento cinematografico del dramma autobiografico di Wolff This Boy’s Life (Voglia di ricominciare, 1993), nel quale DiCaprio recita insieme a Robert De Niro ed Ellen Barkin. Successivamente DiCaprio affianca invece Johnny Depp nel film What’s Eating Gilbert Grape (Buon compleanno Mr. Grape, 1993), ottenendo le prime Nominations all’Oscar e al Golden Globe per la sua interpretazione nel ruolo di un giovane handicappato mentale. Vince inoltre il ‘Premio del National Board of Review’ come ‘Miglior Attore Non Protagonista’ ed il ‘Premio New Generation Award’ della Los Angeles Film Critics Association.
    Nel 1995 DiCaprio recita in tre film molto diversi, di cui il primo è il western di Sam Raimi The Quick and the Dead (Pronti a morire, 1995) con Sharon Stone e Gene Hackman. Continuando a sfidare se stesso, DiCaprio ottiene molto successo per la sua performance nel ruolo del drogato Jim Carroll nella storia drammatica e straziante di The Basketball Diaries (Ritorno dal nulla, 1995) e poi interpreta il poeta dissacratore e omosessuale Arthur Rimbaud nel film di Agnieszka Holland’s Total Eclipse (Poeti dall’inferno, 1995). L’anno seguente, DiCaprio recita nell’adattamento cinematografico di Baz Luhrmann di Romeo + Juliet (Romeo e Giulietta) di William Shakespeare, per il quale si aggiudica il Premio di ‘Miglior Attore’ al Festival Internazionale del Cinema di Berlino. Lo stesso anno fa parte di un cast di stelle tra cui Meryl Streep, Diane Keaton e Robert De Niro, in Marvin’s Room (La stanza di Marvin), dividendo la candidatura al ‘Premio SAG’ come ‘Miglior Cast’.
    Recitare nel blockbuster Titanic (1997) vale a DiCaprio la ‘Nomination al Golden Globe Award’. Il film che com’è ben noto, batte ogni record al box office vincendo ben 11 Oscar, tra cui quello come ‘Miglior Film’, rimane quello che ha registrato i maggiori incassi di tutti i tempi. Successivamente si aggiudica un ruolo doppio in The Man in the Iron Mask (La maschera di ferro, 1998) prima di recitare in Celebrity (1998) di Woody Allen cui fa seguito The Beach (1999). La terza ‘Nomination al Golden Globe’ arriva a DiCaprio con la sua interpretazione nel ruolo del truffatore Frank Abagnale nel film del 2002 Catch Me If You Can (Prova a prendermi), diretto da Steven Spielberg. E nello stesso anno recita nel film drammatico Gangs of New York che segna la sua prima collaborazione con il regista Martin Scorsese, seguita nel 2004 dal ‘biopic’ The Aviator, film con cui, due volte candidato all’Academy Award, DiCaprio ottiene la candidatura all’Oscar per la sua interpretazione di Howard Hughes. Performance con cui vince anche un ‘Golden Globe Award’ come ‘Miglior Attore in un film drammatico’ e ottiene le ‘Nominations al Premio della critica’, ‘Critics’ Choice Award’ e al Premio ‘BAFTA’. Seguono inoltre due candidature allo ‘Screen Actors Guild (SAG) Award’, una per il ‘Miglior Attore’ ed un’altra, come membro del cast di The Aviator, candidato al Premio come ‘Miglior Cast’. Sempre nel 2004 DiCaprio è anche nominato ‘Attore dell’Anno’ all’Hollywood Film Festival. E’ infine diretto di nuovo da Scorsese in The Departed (The Departed - Il Bene e il Male, 2006), insieme a Matt Damon e Jack Nicholson. Il film attuale Blood Diamond (Blood Diamond – Diamanti di sangue) vale a Leonardo DiCaprio un’ulteriore Nomination all’Oscar come ‘Migliore Attore Protagonista’.

    Bibliografia: >Press-Book< Blood Diamond - Diamanti di sangue; Stefano Lusardi, Leonardo DiCaprio. Una star per il 2000, "CiakManìe", n. 2, febbraio 1998, Milano (Mondadori Editore).

    Data di pubblicazione: (31 gennaio 2007)

    <- torna alla pagina principale di Leonardo DiCaprio

    Tutta un'altra vita

    TUTTA UN'ALTRA VITA

    Dal 12 Settembre .... [continua]

    Vox Lux

    VOX LUX

    Dalla 75. Mostra del Cinema di Venezia - Dal 12 Settembre

    "Il mio ....
    [continua]

    It - Capitolo 2

    IT - CAPITOLO 2

    RECENSIONE - Dal 5 Settembre

    "La prima volta che ho interpretato Pennywise nessuno sapeva ....
    [continua]

    Il re leone

    IL RE LEONE

    RECENSIONE in ANTEPRIMA - Dal 21 Agosto

    "È una storia davvero molto amata da ....
    [continua]

    La fattoria dei nostri sogni

    LA FATTORIA DEI NOSTRI SOGNI

    Tra i più attesi!!! - Realizzare il sogno di una vita si può? Si. .... [continua]

    C'era una volta a... Hollywood

    C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD

    Da Cannes 72 - Tra i più attesi!!! - Dopo Django Unchained si .... [continua]

    Maleficent - Signora del male

    MALEFICENT - SIGNORA DEL MALE

    Tra i più attesi!!! - ANTEPRIMA EUROPEA alla Festa del Cinema di Roma .... [continua]